Tatuaggi, quello nero all’hennè provoca eczema

Comment

eczema malattie della pelle
Tatuaggi-quello-nero-all'hennè-provoca-eczema
Pubblicità

Tatuaggi e sviluppo di eczema

Tatuaggi-quello-nero-all'hennè-provoca-eczema

Tatuaggi-quello-nero-all’hennè-provoca-eczema

Una delle mode più indissolubili al mondo, quella dei tatuaggi, oggi porta con sè un allarme serio, nato precisamente in territorio iberico. Chi desidera regalarsi o regalare sulla propria od altrui cute dei tatuaggi, deve rifletterci molto bene. Soprattutto se l’attenzione è rivolta ai tatuaggi all’hennè, ossia quelli classici dell’estate, per lo più di tonalità nera, che assicurano la scomparsa dopo qualche settimana e qualche doccia dall’applicazione. Questi tatuaggi nello specifico hanno fatto emergere una forte incidenza di controindicazioni anche molto nocive per l’epidermide. E’ bene sottolineare che gli aghi ed altre strumentazioni con cui vengono realizzati i tatuaggi non
hanno colpe, in quanto agiscono superficialmente sulla pelle; l’aspetto più pericoloso sta nella sostanza assorbita dalla cute.

Pubblicità

Allerta eczema a causa dei tatuaggi

L’allarme che accusa i tatuaggi di favorire lo sviluppo di forme anche gravi di eczema è partito dall’Agenzia spagnola del farmaco, indirizzato in particolare ad un tipo specifico di colorante venduto come innocuo ma invece risultato essere molto pericoloso per la pelle dell’essere umano: trattasi dell’hennè nero o indigo ricavato dall’essicazione e dalla fermentazione delle foglie della pianta indigofera tinctoria, avente origini tropicali; esso può provocare l’insorgenza di eczema, allergie permanenti, macchie e cicatrici. Il tutto per colpa di una sostanza specifica che lo caratterizza, spesso protagonista dei tatuaggi all’hennè nero, la parafenilendiammina (Ppd), che viene aggiunta all’hennè con l’obiettivo di raggiungere la classica tonalità nera, tipica dei tatuaggi tradizionali invece indelebili. Dunque tutti coloro che desiderano regalare al proprio corpo qualcosa di diverso ma non duraturo, è meglio optino per l’hennè dal colore rosso-castano per i loro tatuaggi, perchè frutto di una trasformazione decisamente più naturale della fonte vegetale, che garantisce di evitare lo sviluppo di irritazioni cutanee fastidiose come l’eczema, causa di bruciore, prurito e problematiche anche a livello estetico.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =