Probiotici dermatite atopica: il trattamento

Comment

dermatite atopica
probiotici dermatite atopica
Pubblicità

Probiotici dermatite atopica

L’assunzione di prebiotici e probiotici aiuta a ridurre le manifestazioni della dermatite atopica come dimostrato da diversi studi sperimentali. In particolare è stato evidenziato che se si assume regolarmente il giusto apporto di probiotici si contribuisce a riequilibrare la flora intestinale: a scopo preventivo si consiglia infatti alle donne in gravidanza di assumere questi batteri buoni per ridurre le possibilità dei bambini di manifestare la dermatite atopica. I probiotici che presentano degli effetti positivi attivando un’azione protettiva ci sono principalmente quelli appartenenti al ceppo Lactobacillus rhamnosus, ma anche i probiotici del ceppo Lactobacillus salivarius di cui sono note le proprietà in caso di dermatite atopica, avendo così delle ripercussioni positive sull’intero quadro clinico del soggetto colpito dalle manifestazioni sintomatologiche di questa condizione patologiche. L’assunzione dei lattobacilli favorisce il ripristino dell’azione  difensiva riattivando così la regolare risposta immunologica: questa serie di batteri apporta infatti dei benefici sulla superficie della pelle interessata dalle manifestazioni dell’eczema che grazie al trattamento a base di probiotici ottiene una riduzione dell’eruzione cutanea. Maggiori notizie su Dermatite atopica andamento cronico-recidivante.

Pubblicità

I dati da vagliare

probiotici dermatite atopica

probiotici dermatite atopica

Dal momento che si tratta di una terapia ancora in fase sperimentale non sono emersi dei dati certi che avvalorano l’efficacia dell’assunzione dei probiotici, nello specifico infatti le principali lacune riguardano al momento il dosaggio giornaliero di probiotici; non è poi certo neanche il periodo della somministrazione, anche se si raccomanda di proseguire il trattamento almeno per un mese per favorire la colonizzazione intestinale; un altro punto critico è costituito dal momento della somministrazione di probiotici nell’epoca gestazionale a scopo preventivo contro la dermatite atopica nei neonati. Un ultimo punto che deve ancora essere vagliato in ambito sperimentale per offrire maggiore efficacia al trattamento è quello relativo agli specifici probiotici da assumere per contrastare le conseguenze della dermatite atopica. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Dermatite atopica eczema infantile: fattori scatenanti.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − sedici =