Orticaria cronica omalizumab

Comment

Orticaria
Pubblicità

Orticaria cronica omalizumab

Per controllare i sintomi dell’orticaria cronica, nel caso in cui i comuni antistaminici non funzionino, si può ricorrere alla terapia farmacologica a base di omalizumab. Da quanto reso noto dalle ultime linee guida europee se il soggetto colpito da questa condizione non risponde alla somministrazione degli antistaminici a dosaggio superiore a quello standard, si può aggiungere alla terapia antistaminica questo farmaco biologico che impiega un anticorpo monoclonale anti IgE. Anche in Italia da qualche anno è diffuso l’omalizumab per il trattamento dell’orticaria cronica, il quale può vantare dei risultati positivi, non presentando particolari controindicazioni, in particolare questo farmaco biologico migliora i caratteristici sintomi della malattia dermatologica e la stessa qualità di vita dei malati. Il farmaco riduce la comparsa dei pomfi pruriginosi spesso associati a gonfiore a livlelo degli occhi o delle labbra, questi caratteristici sintomi sarebbero riconducibili al fattore eziologico maggiormente menzionato in ambito clinico: la disregolazione dei mastociti che rilasciano sostanze responsabili delle lesioni cutanee. Si ipotizza infatti che l’orticaria cronica spontanea sia scatenata dai mastociti e dai granulociti basofili che rilasciano istamina ed altri mediatori pro-infiammatori; l’attivazione dei mastociti si verifica attraverso i meccanismi che avviano il processo di degranulazione. Per approfondimenti si rimanda alla lettura di https://www.humanitasalute.it/prima-pagina-ed-eventi/67256-orticaria-cronica-terapia-efficace-con-un-nuovo-farmaco-biologico/.

Pubblicità

Ciclo di somministrazione

orticaria cronica omalizumab

orticaria cronica omalizumab

L’omalizumab da aggiungere alla terapia antistaminica può essere prescritto quando una terapia antistaminica a dosaggio standard non porta degli effetti risolutivi per quanto riguarda i sintomi, di fatto gli unici farmaci indicati in caso di orticaria cronica spontanea sono l’antistaminico a dosaggio standard e l’omalizumab. In pratica questo farmaco biologico oltre ad essere ben tollerato ha dimostrato una grande efficacia nella risoluzione dei sintomi seguendo un preciso piano terapeutico che prevede come somministrazione il dosaggio di 300 mg una volta ogni 4 settimane per 6 somministrazioni. Al termine di questo ciclo, il farmaco non può essere somministrato per 2 mesi, ma in caso di ritorno della sintomatologia con manifestazioni più intense, il farmaco può essere impiegato in un ciclo di 5 somministrazioni. Si stanno eseguendo ulteriori ricerche scientifiche per appurare se l’omalizumab sia solo un farmaco sintomatico o se sia capace anche di migliorare la malattia dermatologica.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 5 =