Nevo di Spitz come si manifesta

Comment

clinica
Pubblicità

Nevo di Spitz come si manifesta

La proliferazione di melanociti epitelioidi e fusati può determinare l’insorgenza di un tumore melanocitico caratterizzato da un decorso clinico benigno che delinea il nevo di Spitz, questo tumore della pelle che si sviluppa prevalentemente durante l’infanzia solo in rari casi si trasforma in maligno. Questa lesione dalla forma a cupola acquisita della pelle che assume la morfologia di una macula rosa o bruna dalla natura cupoliforme o nodulare, tende a coinvolgere specifici distretti anatomici quali: volto, tronco, arti inferiori. Il decorso clinico del nevo di Spitz è alquanto rapido fino a quando le sue dimensioni non diventano stabili e ben circoscritte con diametro inferiore ad un centimetro, in presenza di piccole lesioni è opportuno monitorarle periodicamente per individuare eventuali cambiamenti; quando il nevo di Spitz evidenzia delle caratteristiche anomale (forma asimmetrica o presenza di ulcerazione) oppure raggiunge un diametro superiore ad un centimetro deve essere sottoposto a biopsia ed eventualmente può essere escisso.

Pubblicità

Come si individua la lesione

nevo di Spitz

nevo di Spitz

Per formulare la corretta diagnosi è necessario partire da una diagnosi differenziale visto che il suo aspetto istologico è simile a quello del melanoma, talvolta il nevo di Spitz può essere confuso con un melanoma, per questo è necessario svolgere un esame biennale per verificare tutti i nei presenti sul corpo; la lesione deve essere distinta poi da altre lesioni cutanee quali: nevi comuni, mollusco contagioso, verruca volgare, granuloma piogenico, dermatofibroma. Tenendo conto delle caratteristiche della lesione è possibile intervenire in maniera adeguata, anche se nella maggior parte dei casi i pazienti colpiti da nevo di Spitz vengono sottoposti ad una cura di natura conservativa. Trattandosi di un tumore di natura benigna non è necessario procedere con l’escissione delle lesioni anche se è opportuno monitorare a cadenza periodica l’evoluzione della formazione tumorale. Nei casi più gravi è necessario procedere con l’asportazione del nevo di Spitz che può determinare delle problematiche di tipo estetico.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 − 4 =