Neurodermite: come si manifesta

Comment

clinica
Pubblicità

Neurodermite: come si manifesta

Un disturbo cutaneo non grave ma particolarmente fastidioso come la neurodermite (nota anche come lichen simplex cronico o dermatite zero) si caratterizza per la manifestazione cronica di prurito a cui si associa un processo di desquamazione. Questa condizione nella sua fase iniziale determina  la comparsa di una zona pruriginosa che dopo essere grattata causa una sensazione intensa di prurito che può portare anche alla formazioni di graffi sulla pelle, successivamente per abitudine il soggetto continua a grattarsi per dare sollievo al ciclo di prurito cronico e come conseguenza la pelle diventa spessa e dura. Il prurito  tende generalmente a localizzarsi in precise sedi del corpo quali: collo, polso, avambraccio, coscia, caviglia, talvolta poi possono venir colpiti da neurodermite anche le zone genitali. La vera eziologia di questo disturbo cutaneo resta ancora sconosciuta, anche se in alcuni casi questa condizione si può associare a pelle secca, eczemi, psoriasi, stress; dal punto di vista clinico è stato evidenziato che esiste una stretta relazione tra il lichen simplex cronico ed una storia di malattie della pelle: i soggetti che hanno una storia personale o familiare caratterizzata dalla manifestazioni di eczemi, psoriasi, disturbi cutanei cronici tendono ad andare incontro con maggiore frequenza a neurodermite.

Pubblicità

Diagnosi e trattamento

neurodermite

neurodermite

Da una semplice visita determatologica è possibile disgnosticare il quadro patologico della neurodermite che si basa essenzialmente sull’analisi dell’aspetto della pelle, per una maggiore conferma il medico può raccomandare l’esecuzione del Patch test che consiste nell’applicare piccole quantità di potenziali allergeni sulla  pelle, queste piccole macchie rimangono sulla pelle per due giorni per poi controllare l’eventuale comparsa di una reazione; in alcuni casi può essere eseguito un test biopsia con il quale è possibile rimuovere una piccola sezione di strati più profondi della pelle. favorendo così una diagnosi più certa. Per placare il prurito inteso il medico prescrive come trattamento l’applicazione topica di farmaci corticosteroidi ed antistaminici per via orale, spesso l’insorgenza di complicanze dovute ad un’infezione batterica richiede la somministrazioni di antibiotici.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 14 =