Necrobiosi lipoidica come si manifesta

Comment

clinica
Pubblicità

Necrobiosi lipoidica come si manifesta

I pazienti affetti da diabete mellito possono evidenziare in rari casi un processo granulomatoso cronico che si manifesta generalmente alle regioni pretibiali, si parla di necrobiosi lipoidica per identificare questa patologia degenerativa benigna che interessa il tessuto connettivo. L’entità di questa alterazione progressiva  dall’evoluzione lenta e non è correlata alla gravità del diabete, le lesioni si manifestano di solito durante il periodo adolescenziale ma talvolta i primi sintomi possono riscontrarsi più tardivamente nei pazienti diabetici ossia durante la terza-quarta decade di vita. La necrobiosi lipoidica si caratterizza per la comparsa di piccole papule di colore bruno-rossastro che tendono a fondersi dando forma a delle placche dalla forma irregolare oppure ovale con dimensione variabile ma dai bordi definiti ed in rilievo ci colore violaceo, mentre il centro di queste eruzioni cutanee si colora di giallo. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di https://www.ildermatologorisponde.it/necrobiosi_lipoidica.php.

Pubblicità

Da cosa dipende il processo dismetabolico

necrobiosi lipoidica

necrobiosi lipoidica

Nello specifico questa lesione istopatologica ha sede nel derma profondo a carico del collagene, con infiltrato di tipo infiammatorio ricco di cellule immunitarie (linfociti, plasmacellule, istiociti), a cui si associano anche delle alterazioni obliterative di arteriole e venule ed infarcimento lipidico. Le manifestazioni cutanee possono determinare una lieve sintomatologia pruriginosa, nei casi più severi possono verificarsi complicazioni a causa della formazione di ulcere, si registrano comunque episodi di risoluzione delle lesioni in modo spontaneo nel giro di 6-10 anni. Il processo dismetabolico si attiva a partire da un difetto dell’irrorazione del sangue che risente di un ridotto apporto di ossigeno che causa i fenomeni degenerativi cellulari con localizzazione a livello delle estremità degli arti. La necrobiosi lipoidica anche se nella maggioranza dei casi clinici si associa al diabete mellito ha un’eziologia sconosciuta, il rapporto tra questa malattia cutanea granulomatosa ed il diabete mellito è stato indagato attraverso numerosi studi dai quali è emersa la correlazione tra tale tipo di lesione cutanea e l’angiopatia indotta dal diabete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − dodici =