Intertrigine sintomi e trattamenti

Comment

malattie della pelle
Pubblicità

Intertrigine sintomi e trattamenti

Una malattia infettiva a carattere infiammatorio come l’intertrigine può avere origine micotica oppure batterica particolarmente diffusa nei paesi in cui domina un clima di tipo caldo ed umido che tende a colpire soprattutto i più giovani, ma possono venir colpiti anche i soggetti anziani e le persone in sovrappeso. Questa condizione morbosa è una forma di dermatosi infiammatoria che tende a coinvolgere soprattutto le pieghe cutanee che vengono frequentemente sottoposte a fregamento, si tratta di zone specifiche del corpo dove il sudore ristagna determinando a lungo andare delle lacerazioni dello strato epidermico superficiale, una condizione che risulta particolarmente favorevole all’aggressione da parte di patogeni responsabili di focus infettivi. L’esordio dei sintomi tipici dell’intertrigine causa la comparsa di macchie rosse lucide dalla morfologia netta, a cui si associa arrossamento, disepitelizzazione, desquamazione della pelle, irritazione, prurito; l’area  colpita dalle manifestazioni cutanee appare unta, squamosa e con crosticine. È importante intervenire prontamente nei confronti delle manifestazioni cutanee in quanto l’intertrigine può andare incontro ad un decorso negativo provocando macerazione della pelle che causa fessurazioni, dolore intenso, sanguinamenti, ragadi, vesciche e pustole; talvolta i sintomi possono degenerare  dando forma a delle piaghe dolenti si delinea così il quadro clinico della dermatite settica oppure dell’intertrigine impetiginizzata che si caratterizza per la comparsa di piaghe da grattamento eccessivo.

Pubblicità

Come si cura

intertrigine

intertrigine

Il trattamento tempestivo è fondamentale per favorire la guarigione, e per lenire le manifestazioni cutanee vengono prescritte delle specifiche pomate o creme da associare ad un’appropriata igiene della parte colpita che va tenuta ben asciutta. Dopo aver identificato la causa di questa forma di dermatosi infiammatoria, attraverso un tampone nella zona colpita, possono venir applicate pomate a livello topico dall’azione antimicotica oppure antibatterica, a seconda del fattore eziologico, in caso di sintomi troppo dolorosi possono venir prescritti farmaci antidolorifici; quando l’infiammazione regredisce si passa all’applicazione di creme dall’azione idratante con lo scopo di ridare elasticità e morbidezza alla pelle, si consigliano anche creme riepitelizzanti e cicatrizzanti, è utile anche l’olio di mandorle dolci per idratare la pelle ma anche lenire i sintomi residui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × tre =