Infezioni della pelle tigna

Comment

malattie della pelle
infezioni della pelle tigna
Pubblicità

Infezioni della pelle tigna come si manifesta

Tra le diverse infezioni della pelle che possono colpire anche i capelli e le unghie si viene ad evidenziare anche la tigna, il cui termine scientifico è tinea, da ascrivere a dermatofiti e funghi che si trovano su uomini, animali e terreno. Tra le diverse forme di questa micosi vi è la tinea capitis provocata da funghi che di solito sono ospiti su cani e gatti, anche quelli domestici possono rappresentare i portatori sani dell’infezione. A parte questa forma che viene trasmessa dagli animali all’uomo che si manifesta su tutto il corpo, irradiandosi principalmente su braccia, tronco, gambe, vi è anche la tinea capitis che invece tende a colpire il capo. Il contagio si viene a verificare in genere attraverso il contatto diretto con l’animale che è stato a sua volta infettato da questa condizione patologica, in particolare la tigna viene trasmessa dal cane o dal gatto domestico accarezzandolo  direttamente sulla zona infetta, mentre il contagio tra gli esseri umani è più raro. La tinea capitis tende a colpire con maggiore frequenza i soggetti giovani di età rispetto ai soggetti adulti che hanno una barriera protettiva maggiore nello strato di sebo e nella flora microbica cutanea. Per approfondimenti si rimanda all’articolo Micosi cutanee: definizione, sintomi e cura.

Pubblicità

Diagnosi e cura

infezioni della pelle tigna

infezioni della pelle tigna

La tigna nell’uomo si evidenzia con una serie di sintomi caratteristici quali: chiazze di colore rossastro che hanno una peculiare forma di bersaglio con centro più chiaro e bordo in rilievo e squamato che tende ad estendersi; a questa eruzione di tipo esantematico si associa arrossamento ed irritazione che causa a sua volte un leggero prurito; in alcuni casi inoltre si può rilevare la presenza di pus. Per formulare la diagnosi della tigna è opportuno rivolgersi ad un dermatologo appena si scoprono le prime manifestazioni, il soggetto verrà sottoposto ad una visita approfondita e nel caso a degli esami specifici, tra cui un esame micologico, che permette di identificare la presenza del Microsporum canis, la principale tigna trasmessa dai gatti. Dopo aver individuato la malattia il medico prescrive come cura delle creme antifungine da applicare localmente, si prescrive poi un trattamento orale da associare a quello topico  in caso di infezione estesa al cuoio dei capelli, di solito il farmaco di prima scelta che viene prescritto è la griseofulvina. Maggiori informazioni su Micosi: definizione e clinica.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + dodici =