Giradito: le caratteristiche dell’infezione

Comment

malattie della pelle
Pubblicità

Giradito: le caratteristiche dell’infezione

In presenza di un’infiammazione a carico delle dita, superficiale o sottoepidermica, si parla di patereccio o più comunemente di giradito per indicare che il focus infettivo interessa l’area ad anello che circonda il dito. Questa particolare infezione acuta del dito della mano o del piede è causata frequentemente dall’ingresso di un patogeno con la pelle, per lo più uno stafilococco, penetra così negli spazi sottocutanei una carica infettante che scatena la flogosi. La forma più superficiale della malattia determina il patereccio cutaneo che si distingue per le sue manifestazioni in eritematoso ed in flittenulare: la forma eritematosa si evidenzia con un arrossamento localizzato a cui si accompagna una screpolatura; la forma flittenulare si evidenzia con l’insorgenza di una piccola bollicina che sfalda l’epidermide dal derma a cui si associa la concentrazione di una piccola quantità di pus fluido. La risoluzione dell’infezione si verifica nel giro di pochi giorni attraverso un adeguato trattamento, per cui questa condizione patologica non deve essere trascurata.

Pubblicità

Forma superficiale e profonda

giradito

giradito

In relazione ai tessuti colpiti dall’agente infettivo si possono distinguere due tipi di giradito: quello superficiale con interessamento dei polpastrelli o della zona circostante l’unghia, in alcuni casi può venir colpita anche l’area della prima o della seconda falange, l’infezione si evidenzia con rigonfiamento, arrossamento, rialzo febbrile, dolore, talvolta insonnia; quello profondo coinvolge la guaina dei flessori delle dita, nello specifico può raggiungere l’osso della falange, un’articolazione tra due falangi, uno o più tendini delle dita con la relativa guaina oppure tutta la mano, spesso questo focus infettivo sorge come complicanza della forma superficiale, in questo caso si palesa un’infiammazione  intensa che inibisce  il normale movimento delle dita, può verificarsi anche una deformazione dolorosa del dito. Se non curato adeguatamente il giradito superficiale può estendersi in profondità, tra le complicanze invece della forma profonda si può registrare setticemia a causa dello spostamento della carica batterica nella circolazione sanguigna. Il trattamento basico prevede l’applicazione di antisettici, nei casi più severi si può associare la somministrazione di antibiotici per via orale; nel caso di forme suppurate è bene sottoporsi alla rimozione chirurgica del pus e dei tessuti necrotici.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − tredici =