Eczema seborroico: il legame con l’alimentazione

Comment

clinica eczema disidrosico
Eczema seborroico
Pubblicità

L’eczema seborroico è, tra le dermatiti, una delle più diffuse. Colpisce soprattutto il cuoio capelluto, ma può interessare anche il viso, la fronte, le orecchie. Le cause dell’eczema seborroico sono varie e numerose, alcune ancora non indagate a fondo. Praticamente provato è, però, il legame con l’alimentazione. L’assunzione di determinate sostanze, e la privazione di altre, può aiutare a prevenire l’eczema seborroico o a limitarne la sintomatologia.

Il segreto è mantenere un corretto equilibrio insulinico. E’ necessario, dunque, abbinare in tutti i pasti carboidrati e proteine. Anche il modo in cui si “spalmano” le calorie durante la giornata può influire sull’eczema seborroico. La colazione deve essere il pasto più abbondante della giornata, mentre la cena deve essere molto leggera.

Per approfondire questa problematica e come comunemente questa viene curata, ti consiglio la lettura dei seguenti articoli: Eczema seborroico, clinica e localizzazione e Eczema disidrosico, cura.

Pubblicità

Eczema seborroicoIl legame tra eczema seborroico e alimentazione trova la sua ragione anche nelle intolleranze. E’ in genere frequente che gli affetti di eczema seborroico soffrano di intolleranze più o meno accentuate a latte, lieviti e nichel. Per certificare il quadro immunologico si rivelano utili il Test Dria e il Recoller Programm. In caso di intolleranze leggere è possibile ridurre la risposta negativa all’assunzione di queste sostanze. Il metodo è simile a quello dello svezzamento infantile e prevede una provazione a turno di ognuna di queste sostanze, che poi verranno introdotte dapprima in piccole quantità, poi in quantità sempre più grandi.

E’ importante anche assumere manganese, rame, zinco, manganese e cromo. I primi quattro intervengono direttamente sulla salute della pelle, mentre il cromo aiuta la gestione metabolica degli zuccheri e quindi aiuta a recuperare un sano equilibro insulinico. Queste sostanze si trovano in alimenti facilmente reperibili e diffusissime tra le tavole di tutta Italia. Il manganese, ad esempio, si trova in molte spezia come lo zafferano, il basilico, lo zenzero. Il cromo, invece, si trova nel pane integrate e in alcune frattaglie come il fegato.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 3 =