Eczema disidrosico: fattori di rischio, trattamenti e suggerimenti

Comment

eczema disidrosico
Eczema-disidrosico
Pubblicità

Eczema disidrosico: Fattori di rischio

L’eczema disidrosico è una reazione di un tipo di dermatite ( per un maggiore approfondimento riguardo alla tematica della dermatite vi consigliamo anche la lettura di Eczema disidrosico sulle mani) che può manifestarsi in soggetti cosiddetti a rischio:

– Sesso: nelle donne c’è una maggiore incidenza di disidrosi;

– Stress: i picchi della disidrosi si verificano più frequentemente durante i periodi di stress;

– L’esposizione a sali metallici : la disidrosi si manifesta principalmente in lavoratori del cemento e della meccanica;

– Raffreddore da fieno: è più alta l’incidenza della disidrosi tra chi soffre di allergie stagionali

– Lavaggio delle mani troppo frequente o esposizione ad acqua o altre sostanze umide. 

Pubblicità

Come diagnosticare l’ eczema disidrosico

Eczema-disidrosico

Eczema-disidrosico,foto

Per accertare la presenza di eczema disidrosico, è opportuno effettuare alcuni esami medici:

– Storia clinica;

– Biopsia;

– KOH;

– Patch test per Allergia.

La maggior parte delle volte, una diagnosi di disidrosi può essere effettuata durante un esame fisico. Se la causa dei sintomi dell’ eczema disidrosico si sospetta essere un’allergia, un patch test può essere eseguito anche per testare potenziali allergeni.

Trattamento per Disidrosi

Per trattare l’eczema disidrosico vi sono diversi rimedi, tra cui:

– Creme o pomate di corticosteroidi topici;

– Impacchi freddi o bagnati per ridurre il prurito, diminuire le vesciche e migliorare l’efficacia delle creme;

– Gli antistaminici per alleviare il prurito;

– Terapia della luce ultravioletta se il trattamento con corticosteroidi e antistaminici risultano inefficaci;

– Unguenti immuno-soppressori, se gli altri trattamenti risultano inefficaci;

Anche seguendo piccoli accorgimenti ‘casalinghi’ è possibile trattare ed alleviare i sintomi dell’eczema disidrosico ( se si desidera approfondire l’argomento, vi suggeriamo di leggere l’articolo seguente: Eczema: quello che c’è da sapere ):

– Limitare l’esposizione all’acqua della pelle;

– Evitare di graffiare o grattare l’eruzione;

– Usare crema per le mani idratante dopo aver lavato le mani;

– Proteggere le mani da sostanze irritanti, quali lozioni profumate o sapone per piatti;

– Cercare di evitare l’esposizione a sali minerali come cromo e nichel;

– Imparare a gestire lo stress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − cinque =