Dermatite seborroica viso: faq e fattori scatenanti

2012/10/06

La dermatite seborroica coinvolge spesso il cuoio capelluto causando quella che è comunemente chiamata forfora. Quasi altrettanto frequentemente, però, colpisce genericamente il viso. Le zone più a rischio sono la fronte, il naso, il mento. La resa estetica, inutile dirlo, ne rimane fortemente compromessa. Questo, insieme ad altre evidenze tipiche proprio della dermatite seborroica, contribuisce a considerare tale patologia della pelle come un qualcosa di inevitabile, con cui dover convivere per sempre.

E’ proprio questa una delle domande che i più si chiedono: dalla dermatite seborroica si può guarire definitivamente? La risposta, purtroppo, è no. Essa recidiva sempre, alternando periodo di manifestazione sintomatica a periodi di “silenzio”. E’ possibile, tuttavia, limitare i danni, modificano la proprio alimentazione e applicando creme cortisonica o antimicotiche.

Per approfondire quali sono le cause che la generano, o come è possibile combattere questa patologia alimentandosi correttamente, ti consiglio di leggere le seguenti pagine: Capire la dermatite seborroica, cause e Dermatite seborroica, l’alimentazione giusta.

Dermatite seborroica visoUn’altra domanda particolarmente frequente è: veramente la dermatite seborroica regredisce (o migliora) in estate? Moltissimi malati evidenziano una certa remissione dei sintomi proprio nei mesi più caldo dell’anno. E infatti è così, i raggi solare e l’acqua di mare possiedono un effetto sebo regolatore. In parole povere, inibiscono la sovrapproduzione di sebo.

Soprattutto le donne si chiedono, invece, se la dermatite seborroica può essere in qualche modo favorita dai cosmetici? La risposta è sì, i cosmetici possono essere un fattore scatenante, visto e considerato che molti di loro contengono sostanze “pericolose” come il nichel e il cobalto. A riprova, di recente è stato rintracciato un aumento delle dermatiti a carico delle bambini, causato proprio dalla tendenza – sempre più crescente – a utilizzare cosmetici sin dalla tenere età.

Ovviamente l’utilizzo dei cosmetici non rappresenta l’unico fattore di rischio. Tra questi, al primo posto ci sono la predisposizione genetica e la sovraesposizione ad agenti irritanti (come appunto il nichel e il cobalto). Seguono i problemi al sistema immunitario, problemi ormonali, stress, alcolismo, cattiva alimentazione e malattie particolarmente gravi come HIV e Parkinson.

Taggato con: ,
Pubblicato in dermatite seborroica

Lascia un Commento