La dermatite atopica nel cane

Comment

dermatite atopica
Pubblicità

La dermatite atopica nel cane è una patologia molto frequente che comporta un forte prurito nei soggetti affetti, secondo solo a quello causato dalle pulci. Si tratta, così come per l’essere umano, della predisposizione, generalmente a carattere ereditario, all’iperreattività del sistema immunitario verso sostanze, dette allergeni, che comunemente sono invece totalmente innocue per gli altri quadrupedi non allergici.
Il sintomo più chiaro della presenza della dermatite atopica in un cane è il prurito stesso ( purtroppo nella fase iniziale della patologia questo sintomo viene molto spesso sottovalutato); il costante grattarsi e leccarsi del cane sulla zona interessata dal prurito ne provoca l’infiammazione con conseguente produzione eccessiva di sebo: si può notare il manto più oleoso e con un forte odore di rancido.

Se vuoi capire a causa di cosa e come questa patologia si manifesta prova a consultare i seguenti articoli: La dermatite atopica, definizione e cause e La dermatite atopica, inquadriamone la clinica.

Pubblicità

dermatite atopica caneGli allergeni responsabili dell’insorgere della dermatite atopica nei cani vengono solitamente assunti per via aerea, ovvero inalando tali sostanze; la terapia viene decisa dal veterinaria in base all’età e alla gravità della patologia nel soggetto interessato, ma non esiste una cura definitiva, ma solo una terapia da seguire a vita. Essendo quasi impossibile riuscire a controllare l’assunzione degli allergeni, visto che vengono quasi sempre inalati dal cane, la cura può comprendere alcuni accorgimenti a seconda della gravità.
Innanzitutto si devono somministrare al cane dei farmaci antiinfiammatori, per lenire il prurito e l’irritazione, e di conseguenza evitare che il cane continui a provocarsi ulteriori lesioni cercando di grattarsi per trovare sollievo.
Tra questi farmaci vi sono quelli a base di cortisone, da usare con cautela e seguendo attentamente la posologia indicata onde evitare l’effetto contrario; vi sono poi gli antistaminici che contribuiscono, usati in sinergia, a diminuire gli effetti collaterali dei cortisonici; gli antibiotici per ridurre le lesioni più gravi e gli anti fungini, per calmare ulteriormente il prurito.
L’uso di uno shampoo medicato e una dieta adeguata possono essere di supporto alla terapia da seguire per controllare la dermatite atopica.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 3 =