Atrofia cutanea come si manifesta

Comment

malattie della pelle
Pubblicità

Atrofia cutanea come si manifesta

Un processo patologico come l’atrofia cutanea determina un cambiamento nella struttura del derma dovuto ad un progressivo assottigliamento della cute e dei tessuti sottocutanei di diversa entità, con interessamento del derma, in alcuni casi può venir colpito anche il tessuto adiposo, che è lo strato della pelle sottostante. Il soggetto colpito da atrofia può evidenziare delle manifestazioni variabili in relazione all’estensione dell’alterazione, per tale motivo si parla di atrofia focale nel caso in cui il cambiamento della cute riguarda una zona limitata, talvolta però il quadro patologico può presentare un’estensione più ampia determinando la manifestazione della cosiddetta atrofia diffusa. La degradazione può coinvolgere le fibre elastiche, nel caso di cambiamenti di maggiore gravità si può verificare un interessamento del derma, dello strato dell’epidermide fino a raggiungere anche il tessuto sottocutaneo. La pelle oltre ad assottigliarsi diventa secca e più fragile, perde elasticità e cambia colore assumendo una sfumatura biancastra o bluastra in associazione a piccole pieghe o rughe; in presenza di una forma di atrofia generalizzata possono comparire talvolta lividi e sanguinamento con rete vascolare visibile.

Pubblicità

Alcuni trattamenti utili

atrofia cutanea

atrofia cutanea

I caratteri eziologici e patogenesi possono essere differenti, in base ai quali si vengono a distinguere diverse tipologie di atrofia cutanea quali: congenita, senile, primaria e secondaria; la forma congenita si manifesta sotto forma di atrofica nevi, aplasia ed atrofia della pelle, invece si parla di atrofia primaria quando la causa non è individuabile, mentre nella forma secondaria la problematica si riscontra come conseguenza di precedenti quadri patologici oppure effetti nocivi, in tal caso tra i fattori eziologici più comuni si segnalano: eventi traumatici, focus infettivi e processi di flogosi. Per quanto riguarda poi la forma senile, l’invecchiamento cutaneo può determinare un processo di assottigliamento della cute e dei tessuti sottocutanei non associato ad alcuna patologia, negli anziani poi la cute è esposta a dilatazione ed a perdita di elasticità. Come trattamento per migliorare il trofismo e riparare la pelle, in caso di atrofia cutanea legata a dermatiti oppure ad altri disturbi cutanei, il medico prescrive una terapia farmacologica ad hoc; sono di grande ausilio poi gli integratori multivitaminici ed i farmaci capaci di stimolare il flusso di sangue a livello locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − nove =