Tags:

Atopia che scatena reazioni iperallergiche

Comment

clinica
Pubblicità

Atopia che scatena reazioni iperallergiche

I soggetti che tendono ad essere “iperallergici” risentono di una condizione patologica definita atopia o sindrome atopica, che indica una predisposizione genetica a sviluppare alcune reazioni anafilattiche. Il termine atopia viene utilizzato in ambito clinico essenzialmente per indicare qualsiasi reazione IgE-mediata anche se non pochi pediatri impiegano questo termine medico in riferimento ad una predisposizione geneticamente dovuta ad una reazione IgE dalla manifestazione sproporzionata. Le risposte allergiche nel soggetto tendono a comparire dopo che il corpo è stato esposto a diversi allergeni quali: alimenti, pollini, peli, acari della polvere, sostanze irritanti chimiche. Alla base di tale sindrome è stata riscontrata una forte predisposizione genetica soprattutto materna: nella maggior parte dei casi il rischio di sviluppare atopia aumenta di un fattore due se già qualche membro di primo grado della famiglia soffre di atopia; ma oltre alla componente ereditaria l’atopia viene scatenata anche attraverso il contatto con l’allergene prima che si sviluppi la reazione di ipersensibilità. Dal punto di vista eziologico le reazioni atopiche sono causate da reazioni di ipersensibilità a livello locale in presenza di un allergene, inoltre si ipotizza che i fattori ambientali possano influenzare lo sviluppo della atopia, altri studi ritengono che la dieta materna durante la gravidanza possa determinare l’insorgenza delle malattie atopiche. Per altre notizie si rimanda alla lettura di: http://www.treccani.it/enciclopedia/atopia/.

Pubblicità

Come identificare la sindrome

atopia

atopia

Per diagnosticare il quadro clinico dell’atopia si esaminano alcune manifestazioni caratteristiche quali: dermatite atopica, rinite allergica, congiuntivite allergica o asma allergica; in seguito si evidenziano spesso allergie alimentari ed altri sintomi da ascrivere allo stato iperallergico. Più precisamente lo stato iperallergico viene identificato a partire da una “triade allergica” dei sintomi quali: eczema (dermatite atopica), febbre da fieno (rinite allergica), asma allergica. Per confermare l’atopia si esegue anche un esame che permette di rilevare la presenza di elevati livelli nel siero, totali ed allergene-specifici (IgE), si riscontra poi una reazione positiva del prick test cutaneo per gli allergeni comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × quattro =