Acantosi nigricans: condizione di iperpigmentazione

Comment

clinica
Pubblicità

Acantosi nigricans: condizione di iperpigmentazione

Un anomalo scurimento della cute è provocato da una quantità eccessiva del pigmento cutaneo melanina che viene prodotto da delle cellule cutanee specializzate dette melanociti, la maggiore quantità del pigmento bruno causa una condizione di iperpigmentazione come l’acantosi nigricans (acanthosis nigricans). Si tratta di una malattia tipica dell’epidermide con evoluzione benigna o maligna, che si evidenzia con una presenza pigmentata che segnala una possibile alterazione sfunzionale degli organi. Questo scurimento cutaneo si evidenzia con zone iperpigmentate, dalla morfologia non circoscritta in maniera precisa, con coinvolgimento prevalente di aree del corpo distintive, di fatto la comparsa dell’acantosi nigricans si riscontra a livello delle pieghe cutanee quali: collo, ombelico, inguine, zona ascellare, pieghe cutanee. I soggetti colpiti da tale condizione di iperpigmentazione oltre a presentare delle chiazze di colore scuro, dal brunastro al nero, risentono di un evidente ispessimento della pelle a carico delle zone coinvolte. I soggetti affetti da acantosis nigricans possono manifestare questa anomalia come sintomo di altre condizioni patologiche tra cui malattie endocrine e forme neoplastiche (sindromi paraneoplastiche), in quest’ultimo caso si parla di acantosi nigricans maligna. L’ancantosi nigricans può essere associata al diabete ma anche ad alcuni disordini di origine genetica, non sono rari i casi di origine idiopatica e quelli direttamente connessi con l’obesità. Per approfondimenti si rimanda alla lettura di http://www.treccani.it/enciclopedia/acantosi_(Enciclopedia-Italiana)/.

Pubblicità

Aumento delle cellule dello strato spinoso

acantosi nigricans

acantosi nigricans

L’acantosi nigricans fa parte del gruppo patogico dell’acantosi, una malattia cutanea più generica caratterizzata da un aumento delle cellule che costituiscono lo strato spinoso. Questa rara malattia della pelle con proliferazione anormale dello strato epidermico spinoso si palesa con un significativo ispessimento dello strato basale, con interessamento delle zone del corpo che risultano maggiormente sottoposte ad un prolungato attrito. La malattia cutanea si accompagna spesso nell’adulto a neoplasmi viscerali maligni con evoluzione rapida e prognosi negativa: può portare alla morte nel giro di pochi anni a causa della cachessia progressiva.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + uno =